ACQUACOTTA

E’ un piatto tradizionale toscano nato in Maremma dall’arte culinaria delle massaie e dei contadini che dovevano fare di necessità virtù e sfamarsi con quel poco che la terra gli offriva, realizzando al contempo piatti gustosi che hanno retto la sfida del tempo e sono ancora apprezzati ai nostri giorni. L’acqua cotta, come tutte le ricette toscane, ha infinite varianti, ma probabilmente la più seguita oggi è quella che prevede l’utilizzo di un buon brodo di pollo o misto al posto dell’acqua, rendendola così un piatto più completo e saporito. A me piace la versione tradizionale con l’acqua. Anche le verdure che sono gli ingredienti principali possono variare a secondo del periodo in cui si prepara questa pietanza.

Ingredienti: (per 4 persone)
500 gr di funghi porcini, 200 gr di pomodori, 8 fettine di pane raffermo, 3 uova, 1 spicchio d’aglio, parmigiano grattugiato, olio extravergine di oliva, sale e pepe q.b.

Preparazione:
Pulire e lavare i funghi, quindi affettarli.Porre sul fuoco una casseruola con poco olio e l’aglio, lasciare rosolare e mettervi i funghi. Aggiungere poco sale e pepe.
Pelare i pomodori e tritarli, poi aggiungerli ai funghi quando questi saranno a metà cottura dopo circa mezz’ora. Versatevi sopra 1 lt di acqua bollente e salata e proseguire la cottura per altri 20 minuti.
Abbrustolire il pane in forno e porne due fette in ogni piatto.
Rompere nella minestra le uova, unire poco parmigiano e sbattere il tutto con una forchetta. Fate cuocere per 3 minuti e mescolare.
Versare nei piatti , coprendo le fette di pane.

 

freccia
TORNA INDIETRO

Comments are closed.