LA PERSICATA

La persicata è un dolce esclusivamente della città di Brescia, le cui origini si attribuiscono al medioevo. La leggenda narra di una madre bresciana  che volendo far assaggiare le pesche del paese al figlio che era in guerra, gliele inviò sotto forma di gelatina in modo che si conservassero più a lungo. Un piatto quindi che può essere conservato anche per lunghi periodi , una marmellata solida per servire le pesche anche fuori stagione.

Ingredienti:
1kg. di pesche di pasta bianca ben mature e molto tenere, 800 gr zucchero .

Preparazione
Lavate accuratamente le pesche sotto un getto di acqua fredda corrente quindi immergetele per pochi attimi in abbondante acqua bollente per poterle pelare con facilità. Pelatele, apritele, toglietene il nocciolo e passatele al setaccio. Raccogliete la polpa in un tegame non prima di averla pesata per poter stabilire le proporzioni dello zucchero da aggiungere. Per ogni chilogrammo di polpa di pesche dovrete aggiungere circa 800 g di zucchero. Mettete il tegame sul fuoco moderato e, sempre mescolando con un cucchiaio di legno, aggiungetevi lo zucchero a poco a poco quando la polpa di pesche avrà iniziato a bollire. Continuate a mescolare sempre con molta cura per non fare attaccare tenendo la fiamma molto bassa. Dopo circa 10 minuti togliete dal fuoco la persicata e stendetela in una teglia molto bassa in maniera che lo spessore non superi i 2 o 3 centimetri. Lasciate raffreddare e riposare la persicata in ambiente caldo per circa 1 settimana quindi tagliatela a fettine o quadratini sottili di circa 4 cm per lato e passateli nello zucchero.

 

freccia
TORNA INDIETRO

Comments are closed.