PICCIONI FARCITI

Il piccione ripieno è stato nel secolo passato uno dei secondi piatti preferiti dalla borghesia lombarda. Il piccione farcito alla bresciana è una variazione sul tema del piccione arrosto in tegame o al forno, preparato in tutta l’area padana. Questo, alla bresciana, si distingue per la farcia dalla nota gustativa leggermente amarognola apportata dalle mandorle, che ne sottolinea le consonanze con la gastronomia tardo-rinascimentale.

Ingredienti:
3 grossi piccioni, 1 uovo, 2 mandorle amare, 100 gr di burro, 35 gr di formaggio grana grattugiato, 40 gr di pane grattugiato. 45 gr olio extra vergine di oliva, 35 gr di cipolla, 1 rametto di rosmarino, 100 ml di vino bianco, 1 mestolo di brodo. sale q.b., pepe q.b.

Preparazione:
Si puliscono e si fiammeggiano i piccioni conservando i fegatini, in una padella si fà rosolare la cipolla tritata con 30 gr di burro e i fegatini tritati.
Si toglie dal fuoco e in una terrina si impasta assieme il pane grattugiato, l’uovo, le mandorle, il formaggio e il brodo, si regola di sale e pepe e si lascia riposare per mezz’ora.
Si riempiono i piccioni con il composto, si cuciono, si dispongono in una pirofila con l’olio il restante burro e il rametto di rosmarino.
Metterli in forno già caldo a 180°C e portarli a cottura bagnandoli ogni tanto con il vino.

 

freccia
TORNA INDIETRO

Comments are closed.